sistema in realta' aumentata per il complesso museale del santa maria della scala di siena

Il nuovo percorso espositivo "Siena. Racconto della città dalle origini al Medioevo" allestito al complesso museale del Santa Maria della Scala è arricchito di un sistema in realtà aumentatata fruibile per mezzo di smartphone/tablet iOS/Android.
Esperienza nata dall'esigenza del Santa Maria della Scala di adeguarsi agli standard delle maggiori realtà europee che negli ultimi anni si stanno infatti dotando di nuovi paradigmi di valorizzazione e comunicazione dei beni culturali, i cosiddetti "sistemi leggeri", fortemente interattivi e basati sulle più recenti tecnologie digitali (realtà aumentata, modelli tridimensionali, video, animazioni e tecniche di riconoscimento
automatico).

Un'interfaccia interattiva in realtà aumentata che combina animazioni tridimensionali e video.

Sono sistemi, di recente sperimentazione nell'ambito dei beni culturali, che abbinano i vantaggi di un costo ridotto alla generale semplicità di fruizione. Si tratta per questo di applicazioni che trovano in ambito divulgativo un naturale campo di utilizzo.

L'applicazione sviluppata per il complesso museale del Santa Maria della Scala di Siena, gratuita ed estremamente semplice nel suo utilizzo, consente di aumentare, da qui il nome della tecnologia, il mondo reale con contenuti virtuali (una serie di animazioni 3d, video, audio e testo). A partire dal riconoscimento di un'immagine stampata su una tradizionale brochure il visitatore, utilizzando il proprio smartphone o tablet può interagire con i contenuti digitali che gli vengono forniti per mezzo di un'interfaccia touch-screen. Il sistema è fruibile all'interno del percorso o successivamente, senza vincoli di luogo e si pone come obiettivo quello di svecchiare i sistemi espositivi tradizionalmente intesi per mezzo di un nuovo linguaggio di comunicazione del bene culturale e di fornire un'esperienza al visitatore.

Top